La Campagna raccolta fondi 2019 è terminata il 31 marzo, ma…

resta essenziale il sostegno all’Associazione con offerte libere e donazioni in memoria di persone care scomparse nonché eventuali lasciti testamentari a favore dell’Ente; un modo di riconoscere tangibilmente l’umanità e professionalità dei nostri Volontari.

I Vostro aiuto ci permette di mantenere attivi i seguenti servizi.

L’Associazione, che quest’anno compie cinquant’anni di vita, è costantemente impegnata al miglioramento delle proprie strutture operative per mantenere un elevato standard qualitativo dei propri interventi, nel rispetto dell’accreditamento regionale.

I dirigenti dell’Associazione, nel commentare la campagna raccolta fondi da poco terminata, hanno manifestato il rincrescimento che nonostante l’impegno di informare la cittadinanza sulle esigenze e sui servizi offerti dalla “Croce Azzurra”, troppe famiglie, in special modo quelle giovani e quelle di cittadini stranieri, considerino i servizi offerti dalla “Croce Azzurra” un dato di fatto dovuto e sempre a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Attendere d’aver bisogno dell’Associazione per accorgersi che cose non stanno proprio così è un vero peccato; quando con un modico contributo ci si può assicurare un anno di tranquillità, almeno sotto questo aspetto.

Purtroppo anche con questa Campagna raccolta fondi solamente il 25% scarso delle famiglie ha sentito il dovere di sostenere la Croce Azzurra. tant’è che sono state sottoscritte solamente 2.279 quote. Una percentuale che dovrebbe far riflettere, se rapportato all’impegno dei volontari attivi che regolarmente prestano servizio con oltre 84.000 ore di volontariato, coprendo le 24 ore suddivisi in tre turni, sul vastissimo territorio di competenza formato dai Comuni di Traversetolo, Montechiarugolo e parte di Neviano Arduini con un bacino di utenza che supera le 20.000 persone.