Grazie Laumas, una giornata da incorniciare…

Venerdì 19 gennaio 2018, resterà nei ricordi più belli della storia della “Croce Azzurra” che s’incammina a celebrare il prossimo anno i suoi primi cinquant’anni di vita.
La presenza delle maestranze e un bel sole, che ha mitigato il rigore dell’inverno, hanno conferito un valore aggiunto a questa semplice ma significativa manifestazione che ha visto la partecipazione di numerosi volontari.
Particolarmente apprezzata è stata la decisione della famiglia Consonni di tenere l’inaugurazione della nuova ambulanza “Traversetolo 4” in un giorno lavorativo, per consentire la partecipazione dei propri dipendenti.
Una scelta che ha rappresentato in modo plastico il battere all’unisono del cuore dell’azienda fatto di valori condivisi.
Dopo il taglio del nastro da parte del Sig. Luciano Consonni e dei figli Laura e Massimo, e la benedizione della nuova ambulanza da parte di Don Enzo Zardi, parroco di Basilicanova, ha preso la parola il Presidente Alex Uccelli per esprimere tutta la riconoscenza dell’Associazione per questo gesto di squisita generosità, a riconoscimento del ruolo della “Croce Azzurra” e dell’impegno dei volontari. Ancora una volta importanti realtà economiche del Comune di Montechiarugolo si sono distinte per l’attenzione nei confronti della nostra Associazione; un supporto che è incoraggiamento a continuare nell’impegno di assicurare servizi di soccorso sempre più efficaci ed efficienti.
La bella manifestazione non poteva trovare una migliore conclusione, con il ricco e festoso buffet offerto dagli Alpini di Montechiarugolo presso la baita dell’omonimo Gruppo.
La calorosa accoglienza in un ambiente suggestivo e ricco di testimonianze storiche come la baita alpina, nonché la condivisione di prelibate pietanze, hanno contribuito a creare un clima di fraterna amicizia tra i volontari, i dipendenti della Laumas e la famiglia Consonni.
Dopo le parole di Alex Uccelli di plauso e riconoscenza per la collaborazione e l’ospitalità offerta dagli Alpini e lo scambio dei “guidoncini”, la piacevole compagnia si è sciolta con un beneaugurante brindisi.

 

.